DIETA E COUMADIN

Febbraio 2015

La Terapia Anticoagulante Orale (TAO) è uno dei trattamenti attualmente più diffusi nella pratica clinica. Viene principalmente impiegata per la profilassi primaria e secondaria di eventi tromboembolici (fibrillazione atriale , protesi valvolari meccaniche, embolia polmonare, trombosi venosa profonda….)

I derivati dicumarolici dotati di attività anticoagulante disponibil in Italia sono:

COUMADIN (WARFARINA) COMPRESSE DA 5 mg

SINTROM(ACENOCUMAROLO) COMPRESSE DA 4 mg e DA 1 mg

A causa però delle caratteristiche intrinseche dei farmaci utilizzati questa terapia non è agevole da gestire, soprattutto per il paziente anziano. Farmaci ed alimenti con vitamina K interagiscono con il Coumadin (TAO in generale)

Il paziente trattato con Coumadin deve prestare particolare attenzione alla propria dieta.
I cibi ricchi di vitamina K ostacolano l’effetto anticoagulante del Coumadin.

Le tradizionali raccomandazioni dietetiche per i soggetti in terapia con Coumadin consistono nell’attenta valutazione e talora limitazione dei seguenti alimenti:

- verze e prezzemolo (da evitare o assumere in quantità particolarmente modeste);

- broccoli, cavoletti, cavolo cappuccio, spinaci, radicchio, cime di rapa, germogli, lattuga (evitare quantità superiori a 100 grammi)

- asparagi, piselli, lenticchie, semi di soia, altra insalata verde, pomodoro, finocchi, avocado, senape, tuorlo d’uovo, maionese (evitare importanti modifiche nelle quantità).

La cottura del pomodoro e del finocchio diminuisce significativamente il loro contenuto di vitamina K.
E’ inoltre importante assumere il farmaco a stomaco vuoto, lontano dai pasti.
Non è necessario privarsi di particolari cibi, ma per alcuni di essi bisogna mantenere costante l’assunzione giornaliera.
L’alimentazione deve essere regolare per qualità, quantità ed orario.
Più in generale, ogni paziente in cura con Coumadin dovrebbe interagire con il proprio medico quando intende variare in maniera significativa la propria dieta o prima di iniziare o sospendere l’assunzione di farmaci o integratori vari (multivitaminici, vitamina K, Glucosammina, Ginkgo Biloba, Ginseng, Coenzimina Q10, olio di pesce, tè verde, gambo d’ananas, aglio, semi di lino).

E di recente introduzione la terapia con nuovi anticoagulanti orali Xarelto ( rivaroxaban) Pradaxa (dabigatran) Eliquis (apixaban) L’argomento sarà trattato prossimamente.

Dove siamo

Contattaci

Studio medico cardiologico dr. André Nyabenda.

Indirizzo: Via A. Dalla Pozza, 35 36100 (VI)
Telefono:3291445828
E-mail: info@cardiomedical.it